Rime lussuriose: la commedia sexy dei poeti illustri

letture licenziose a cura di e con Andrea Pinna e Valentina Scuderi

Edwige Fenech a confronto è un’educanda, Alvaro Vitali un gentleman. I personaggi e gli intrecci di grandi autori dal medioevo al ‘700 (Boccaccio, Ariosto, Aretino, Machiavelli, Metastasio) fanno impallidire i capisaldi dell’attuale immaginario comico – erotico italiano. Poesie e racconti che sono un invito genuino e coinvolgente all’amore libero, ad una sessualità giocosa, intensamente vissuta e svincolata dalle convenienze sociali, dalle costrizioni morali, dalle imposizioni religiose; opere dal tono grottesco, goliardico, satirico che smascherano ferocemente le ipocrisie della società e si prendono gioco dei benpensanti, invitandoci ad una ricerca gioiosa e sana del piacere e ad un rapporto schietto e non mediato con la nostra natura.

Due attori, un leggio, pochi oggetti, nessuna musica se non quella delle parole. Un viaggio nella nella fantasia di autori che hanno attraversato i secoli per divertirci e farci riflettere ancora oggi.

W la foca.”

(Nando Cicero)

…evviva l’ortica,

e il cul che toccò.”

(Pietro Metastasio)

Un pensiero su “Rime lussuriose: la commedia sexy dei poeti illustri

  1. Pingback: Domenica 3 Maggio, un pranzo speciale | Teatro del perché

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...